corso di basket a Scuole Aperte 2.0Il progetto, finanziato grazie ai fondi stanziati in base alla Legge 285/97, è partito da un presupposto fondamentale: le attività nelle venti Scuole Secondarie di Primo Grado coinvolte, dovevano essere coprogettate con le scuole stesse. Un modo per evitare un progetto “calato dall’alto” e per fornire strumenti davvero utili ai docenti e ai genitori per rispondere ai bisogni di ogni singola comunità scolastica.

Il panorama delle attività proposte risulta dunque molto vario, ritagliato su misura per ogni scuola, con l’obiettivo comune di offrire corsi e laboratori in orario pomeridiano per moltiplicare le occasioni di formazione e socializzazione dei ragazzi preadolescenti: corsi di teatro, di redazione web e web radio, di musica rap, di avviamento allo sport, percorsi di metodo di studio o di sostegno all’apprendimento dell’italiano, campus a tema durante le vacanze. Con uno sguardo anche ai genitori: il progetto prevede infatti anche attività dedicate alle famiglie e momenti di confronto, di formazione e informazione.

Alla fine del progetto (giugno 2020) è in programma un evento cittadino che coinvolga tutte le scuole che hanno partecipato per raccontare cosa è stato fatto e stimolare la connessione, la collaborazione e lo scambio di buone prassi tra le scuole, con particolare attenzione alla messa in rete di scuole ad alta capacità progettuale e scuole più fragili.

Il video del campus di musica rap organizzato a giugno 2019 a Villa Scheibler da Cooperativa Coesa, uno dei partner di progetto: