Janina è diventata guida turistica. Imputata a Milano per imbrattamento, la giovane writer che ora vive tra Barcellona e Buenos Aires, ha accettato di seguire un percorso di giustizia riparativa grazie alla collaborazione tra Avvocatura Comunale e Centro per la Giustizia Riparativa e per la Mediazione Penale del Comune di Milano e alla disponibilità della RSA Casa Coniugi, gestita dalla Cooperativa Proges.  L'idea è semplice ma si è dimostrata molto efficace: per riparare il danno causato, per ricucire lo strappo nella relazione tra lei e la comunità offesa dal reato - come prevedono i percorsi di giustizia riparativa - a Janina è stato proposto di mettersi all'opera sfruttando i suoi talenti e il posto in cui vive, trasformando i paletti imposti dall'emergenza sanitaria del Covid- 19 in una opportunità. Due volte alla settimana, per un paio d'ore, Janina si collega on line con cinque anziani ospiti della RSA e li accompagna in un tour virtuale a zonzo per Barcellonae Buenos Aires.  Nel primo incontro Janina e il suo gruppetto si sono conosciuti, presentandosi e raccontando ciascuno qualcosa di sé, poi via, a spasso per la città.  Alla fine, se sarà possibile, parteciperanno tutti all'udienza finale di Janina in tribunale e andranno a pranzo con lei, questa volta non solo virtualmente.  Per info sul Centro per la Giustizia Riparativa e la Mediazione Penale:  ed.giustiziariparativa@comune.milano.it  ed.mediazionepenaleminorile@comune.milano.it