Il progetto, selezionato dall’Impresa Sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, ha l’obiettivo di prevenire il disagio e la dispersione scolastica affiancando azioni già programmate nelle scuole (per esempio l’orientamento e i percorsi personalizzati), cercando di rafforzare la presenza dei più fragili e stimolando l’interesse dei ragazzi attraverso il digitale, con il  coinvolgimento delle famiglie e dell’intera comunità educante.

Sono coinvolte 32 scuole  secondarie di primo e secondo grado e tre Centri di Formazione Professionale  di sei regioni italiane (Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Marche, Puglia, Basilicata).

Le azioni previste:

  • Media Education – utilizzo consapevole delle tecnologie digitali attraverso la comprensione critica della natura e delle categorie dei media, delle tecniche per costruire messaggi, dei generi e dei linguaggi;
  • Spazi digitali – corsi di formazione per insegnanti sulla Didattica aumentata e sulle tecnologie digitali a scuola con l’obiettivo di creare un ponte fra i docenti e i loro studenti nativi digitali
  • Cultura Classica e Cultura Digitale, Memorie nel futuro – unire la memoria, la tradizione, il ricordo con le nuove tecnologie e con le nuove generazioni attraverso laboratori di storytelling e linguaggio cinematografico;
  • Smart City e Spazi di Quartiere: scuole, giovani e comunità insieme per progettare i propri spazi seguendo l’ideale della “città intelligente” con il coinvolgimento di enti territoriali, realtà imprenditoriali e universitarie;
  • Peer Education: studiare e lavorare tra pari coinvolgendo giovani preparati a supporto di minori più fragili, in  laboratori di utilizzo delle nuove tecnologie e della stampa 3D;
  • Giovani e Cittadinanza: cosa significa essere cittadini di un mondo globale e interconnesso per costruire una società più equa e inclusiva (scambi on line con studenti europei e dei paesi del sud del mondo);
  • Summer School: nei tre anni di attività sono previste quattro Summer School su tematiche digitali per 30-40 ragazzi provenienti da tutta Italia;
  • I ritiri sociali – prevenire e contrastare i fenomeni di ritiro sociale (sindrome di Hikikomori, NEET…) e i rischi connessi all’abuso di internet.

Capofila è il Gruppo Cooperativo CGM

Le scuole di Milano coinvolte: IC Cardarelli-Massaua; IIS Paolo Frisi

Il progetto ha una pagina Facebook e un suo sito internet