Il progetto, selezionato dall’Impresa Sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, ha l’obiettivo di promuovere e diffondere il modello delle Scuole Aperte come uno degli strumenti per prevenire e contrastare la povertà educativa minorile e promuovere inclusione e coesione sociale.

Scuole Aperte Partecipate in Rete coinvolge 32 scuole  secondarie di primo e secondo grado e tre Centri di Formazione Professionale di sei regioni italiane (Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Marche, Puglia, Basilicata) ed è partito con una ricerca sulla generatività delle azioni già attive, in particolare a Roma e Milano, per far emergere un modello di costruzione della comunità educante.

Tra gli obiettivi: sostenere lo sviluppo di esperienze nelle scuole di dieci periferie e promuovere una rete nazionale tra scuole, Comuni, associazioni di genitori e studenti, per la sostenibilità e la diffusione del modello. 

Capofila è il MoVI

Le scuole di Milano coinvolte nella prima fase del progetto: IC Alda Merini; IC CalvinoIC Nazario Sauro

Il progetto ha una pagina Facebook e un suo sito internet