La didattica a distanza la hanno sperimentata in prima persona Jacopo, Matteo, Emanuele e Pietro. E hanno pensato che fosse importante aiutare chi invece un computer  o un tablet per seguire le lezioni a distanza non lo ha. I quattro diciottenni milanesi hanno avuto un'idea semplice ma efficace: hanno creato un portale, PC4u.tech, per mettere in contatto chi ha bisogno di un computer con chi ne ha uno da regalare. E poi sono andati oltre: il computer donato lo vanno a recuperare, lo ripuliscono, lo preparano perché sia adatto a seguire le lezioni e infine lo consegnano a chi ne ha fatto richiesta. Insomma un servizio "tutto compreso" che mette insieme generosità, solidarietà, piacere del riuso. E tanto spirito di iniziativa.